Palazzina ROM a Castelleone – L’intervento della Lega

Palazzina ROM a Castelleone – L’intervento della Lega

Il consigliere regionale Federico Lena e la Senatrice Silvana Comaroli hanno incontrato nella mattina di Venerdi 27 Settembre  il sindaco di Castelleone Camillo Comandulli.

All’ordine del giorno della riunione tra il primo cittadino Castelleonese e i rappresentanti della Lega Nord il problema della sicurezza in via Sgazzini, dove sorge un condominio abitato da famiglie Rom, finito al centro della cronaca nei giorni scorsi per un violento scontro con la Polizia intervenuta per rintracciare alcuni rumeni accusati di furto in un cantiere.

Alla riunione, cui è seguito un sopralluogo all’interno del condominio, hanno preso parte anche il vice sindaco Roberto Camozzi e l’assessore all’istruzione Stefano Micheletti.

Durante il sopralluogo i rappresentanti della Lega Nord hanno potuto verificare le pessime condizione igienico sanitarie in cui versa l’intero stabile e incontrare alcuni dei residenti del quartiere che si sono lamentati per la difficile convivenza con la ormai numerosa comunità ROM.

Il sindaco di Castelleone nel corso della mattinata ha specificato di aver avuto contatti con il Prefetto di Cremona, subito dopo lo scontro tra residenti e Polizia e di aver sottolineato come la situazione sia da tempo critica. “Comaroli e Lena hanno visto di persona quella che è la situazione. Questo secondo me è un problema di ordine pubblico, e in quella direzione si dovrebbe intervenire. Noi abbiamo anche dei progetti di integrazione con un mediatore culturale, ma non basta: ogni due o tre mesi c’è un ricambio di famiglie tale da rendere inutile ogni nostro sforzo di integrazione” ha specificato il primo cittadino Castelleonese.

La Senatrice Silvana Comaroli, ravvisando la necessità di una azione congiunta per garantire sicurezza e decoro non solo agli abitanti di via Sgazzini ma di tutto il quartiere ha annunciato l’intenzione di presentare una interrogazione parlamentare.

“Farò un’interrogazione parlamentare – ha specificato la Senatrice – il problema è serio, e pone una questione di civiltà, di sanità pubblica e come si è già visto nei recenti fatti di cronaca, anche di sicurezza”.

Il Consigliere Regionale Federico Lena ha inviato nelle scorse ore una lettera a Prefetto e Questore chiedendo un incontro e lo studio di una azione mirata, non solo per Castelleone, ma anche per il resto del territorio.

“Sembra davvero un campo rom che invece di essere fatto di roulotte è in un condominio. E’ Una cosa vergognosa – ha detto Lena – Ci sono anche rifiuti ovunque: vengono persino lanciati sul tetto o nel giardino dei vicini. Non sarà affatto semplice risolvere questo problema. Ho già inviato una lettera al Prefetto e al Questore per capire quale tipo di interventi si possano mettere in atto perché oggi succede a Castelleone ma domani potrebbe verificarsi da qualsiasi altra parte. I cittadini che vivono in questa via ci hanno detto di essere disperati: subiscono anche dispetti ed angherie. Oltre che blitz come quelli di pochi giorni fa dove la comunità Rom che vive qui si è scagliata contro la Polizia, rea solo di fare il suo lavoro: dare la caccia a persone accusate di furto”.