BANDO PER LA VALORIZZAZIONE TERRITORIALE

BANDO

AttrACT – ACCORDI PER L’ATTRATTIVITÀ – MANIFESTAZIONE D’INTERESSE

Gli obiettivi sono:

·       Valorizzare l’offerta territoriale attraverso l’individuazione delle caratteristiche dell’offerta localizzativa e del relativo contesto di investimento specificandone i vantaggi localizzativi.

·        Promuovere, in Italia e all’estero, opportunità di localizzazione e investimento in Lombardia.

·       Creare percorsi di aggregazione dei principali stakeholder del territorio, sia rafforzando il sistema di relazioni al fine di armonizzare l’intervento dei protagonisti a livello locale nei territori, sia sviluppando un servizio di assistenza qualificata per gli investitori

DOTAZIONE FINANZIARIA Per la realizzazione dell’intervento in oggetto è stabilita una dotazione finanziaria complessiva pari ad euro 9.874.313,00, di cui Euro 7.000.000,00 per il finanziamento delle proposte dei Comuni che sottoscriveranno gli accordi per l’attrattività.
BENEFICIARI I Comuni, unici destinatari del contributo regionale, si faranno carico di coinvolgere i soggetti locali necessari per garantire gli impegni assunti relativi alle aree identificate (a titolo esemplificativo e non esaustivo altri Comuni limitrofi, proprietari dei terreni, Enti terzi coinvolti nel procedimento di insediamento) nonché soggetti coinvolti a livello territoriale, come le Associazioni di categoria.

Sulla base dell’istruttoria saranno selezionati 70 Comuni.

Il Comune di Milano non rientra tra i soggetti destinatari della presente misura e potrà sottoscrivere con Regione Lombardia uno spe­cifico accordo di collaborazione in considerazione delle peculiari caratteristiche e dimensioni del territorio.

INTERVENTI AMMISSIBILI Sono ammessi al cofinanziamento regionale gli interventi sostenuti dalle amministrazioni locali ai fini del:

− potenziamento della conoscenza dei principali asset locali (accessibilità, servizi, capitale umano) e valorizzazione dei fattori di attrazione;

− miglioramento delle dotazioni infrastrutturali pertinenti all’area e agli edifici oggetto delle proposte insediative;

− creazione di strutture e servizi per la valorizzazione della vocazione imprenditoriale del territorio;

− rafforzamento della capacità istituzionale ed amministrativa dei sistemi locali di rispondere in termini di efficienza e tempestività alle esigenze imprenditoriali;

− miglioramento dell’integrazione anche a livello infrastrutturale dei sistemi informativi per la gestione e la tracciabilità dei processi e delle attività amministrative;

− promozione delle opportunità localizzative anche attraverso servizi di assistenza qualificata agli operatori economici e attività di marketing.

MODALITA’ DEL CONTRIBUTO I contributi, a fondo perduto, saranno erogati nella misura dell’80% delle spese effettivamente sostenute per la realizzazione dei singoli interventi ammessi a finanziamento, fino all’ammontare massimo di euro 100.000,00.

Le risorse saranno assegnate secondo la seguente ripartizione:

− 70% per interventi in capitale;

− 30% per interventi in corrente.

L’erogazione dei contributi spettanti ai Comuni beneficiari è prevista in due tranche:

− 40% a seguito della presentazione di un programma di attuazione e della sottoscrizione dell’Accordo per l’Attrattività;

− 60% al completamento delle spese ammesse, previa relazione e rendicontazione conclusiva dell’intervento.

SPESE AMMISSIBILI Le spese ammissibili per gli interventi sostenuti dai Comuni beneficiari sono indicate nell’Allegato A alla DGR n. 6335 del 13.03.2017 e vengono di seguito riportate:

• In conto capitale:

− Spese per infrastrutture fisiche e digitali;

− Spese per interventi di riqualificazione delle aree;

− Spese per la realizzazione di opere di urbanizzazione;

− Spese per opere murarie, impiantistica e costi assimilati relativi a beni di proprietà pubblica;

− Spese per interventi per l’adeguamento alla normativa antisismica di immobili pubblici;

− Spese per l’acquisto di attrezzature e dotazioni tecnologiche per allestimento o potenziamento di centri o servizi di innova­zione e promozione imprenditoriale;

− Spese per l’acquisto di beni strumentali materiali nuovi o usati ai fini del miglioramento dei servizi rivolti all’imprese;

− Spese per implementazione sito o acquisto software.

• In conto corrente:

− Spese per la realizzazione di un piano strategico di marketing (analisi dei fattori di attrazione del territorio, vocazioni industria­li locali, competenze professionali nell’area);

− Spese per costi di promozione (costo dei materiali, delle forniture e di prodotti analoghi, direttamente imputabili all’attività);

− Spese per la formazione del personale e per attività finalizzata al miglioramento dei servizi alle imprese;

− Spese per consulenze per la revisione di piani urbanistici in relazione alla presente iniziativa;

− Spese per la progettazione e la realizzazione di materiali di promozione delle opportunità di investimento.

SCADENZA Presentazione della domanda di candidatura, a partire dal 18 Aprile 2017 sino al 5 Giugno 2017; la domanda va compilata on line mediante accesso al sito www.unioncamerelombardia.it
LINK http://bit.ly/2n9UoaP