PROVINCE

Le province cambieranno nome e non verranno abolite.

Questo in nome di una spending review alla matriciana dove, su indicazione dei tecnici del servizio bilancio del Senato: “Le riduzioni di spesa che si conseguirebbero nel lungo periodo risulterebbero incerte e potrebbero anzi determinarsi nuovi oneri”.

Il PD gongola. Ma per cosa ?

Hanno, ancora una volta, portato a termine una operazione di facciata !

Dove è il tanto declamato RISPARMIO ?

Stanno solo tentando di creare città metropolitane perché hanno visto che nelle città capoluogo hanno più consenso e quindi cercano di allargare il perimetro.

Politicamente legittimo ma non dovrebbero raccontare panzane sui risparmi.

Ringrazieranno i cittadini quando invece dei servizi gestiti attualmente dalle province scopriranno autorevoli sindaci metropolitani (?!) quali gestori di servizi e funzioni aggiunti ai loro.. con tutte le difficoltà che hanno nel gestire la situazione attuale e magari senza le risorse che prima andavano alle province…

La LEGA NORD da sempre contrasta l’ abolizione delle province.

Abolizioni non in quanto tali ma semplice falsa promessa di minori costi e soprattutto una nebulosa soluzione sui servizi ad oggi gestiti dalle province e in futuro.. chissà.

Questo ci fa riflettere sulla incapacità di soluzioni serie da parte dei governi Monti/Letta/ Renzi .

Ancora una volta Renzi sulle province ha servito l’ennesimo spot pre-elettorale che sa tanto di promessa da marinaio.

Ancora una volta a pagare in disservizi saranno i cittadini. E le tasse non saranno mai in diminuzione.

Non ci consola il fatto di aver anticipatamente affermato : < lo avevamo detto in tempi non sospetti ! >

L’imbroglio è servito.

italian-prime-minister-matteo-renzi