L’Italicum del tronista fiorentino…

La farsa dell’elezione della Corte Costituzionale

Alla Leopolda il tronista di Firenze ha asserito che se si votasse oggi il PD vincerebbe superando il 40% dei consensi.
Questo significa che non è intenzionato a rivedere l’ Italicum.
Fiano, suo degno scudiero, sostiene che il tronista vuole vincere il Referendum Costituzionale a mani basse e che questa azione è propulsiva per il PD in una successiva elezione.
Ecco quindi la necessità del tronista di provare a far eleggere giudici-amici.
Ma per far questo servono i voti anche dei grillini (130) e la mozione anti-Boschi ha complicato il quadro di riferimento ….
Quindi, in sostanza, se il tronista riuscirà a far eleggere qualcuno che gli confermerà che l’Italicum è OK sarà lampante che il probabile giudizio di costituzionalità in favore della sua legge elettorale sarà un giudizio contrario ai principi fondamentali di diritto e della decenza.
Una Corte Costituzionale composta di giudici sostenuti dal premier ed eletti in funzione di una maggioranza parlamentare illegittima (perché dovuta a un premio di maggioranza già giudicato incostituzionale dalla stessa Corte) di un parlamento di nominati, il giudizio di costituzionalità sull’Italicum sarà una presa per i fondelli al popolo italiota da definirsi STORICA , ma sarà anche la delegittimazione finale delle istituzioni.
A quel punto sarà opportuno azzerare il sistema autoreferenziale che si è costituito : come ?
Con una sollevazione popolare ! Con la RIVOLUZIONE !!!!
A meno che il popolo bue accetti ancora una volta di essere italiota …

leopolda6